Écoutez nos offices en direct ou en différé
audio-diffusion

Pour suivre les offices : texte en latin-français.

Laudes
Dimanche
Lundi
Mardi
Mercredi
Jeudi
Vendredi
Samedi

Prime

Sexte

None
Vêpres

C

Martirologio I

Martirologio I

Martirologio II

Martirologio II

Arquivo do blog

domingo, 15 de janeiro de 2017

Perché Gesù rimproverava i discepoli? / Why did Jesus scold the disciples? (ita-eng) – Don Divo Barsotti

 / 

1335189157618Emmaus_CaravaggioAvete presente uno dei testi fondamentali che riguarda la fede nel Nuovo Testamento in san Marco? Gesù che rimprovera continuamente i discepoli perché non hanno fede; ed è l’unico rimprovero che fa loro. Non li rimprovera nemmeno perché litigano fra di loro o perché sono ambiziosi, li richiama ad essere liberi da questi difetti, ma non vi è un vero rimprovero. Egli non poteva aspettarsi di più da anime così rozze come potevano essere coloro che Egli aveva chiamato al suo seguito. Quello però di cui li rimprovera è che non hanno fede. Lungo tutta la sua vita pubblica il richiamo costante e il rimprovero continuo che Egli fa ai discepoli è che non abbiano fede in Lui. E anche quando è risorto di questo li rimprovera: che hanno dubitato [cfr. Mc 16, 14]; vuole da loro la fede e vuole la fede da coloro che ne ascolteranno il messaggio, perché essi dovranno portare il messaggio della salvezza a tutte le nazioni e, dice Gesù (si noti bene che qui non si tratta della nazione d’Israele che deve essere salvata, si tratta di ciascuno che ascolterà): «Chi crederà sarà salvo, chi non crederà sarà condannato» [cfr. Mc 16, 16]. Chi? Ciascuno. Non è il messaggio di un Dio salvatore che salva ora tutta l’umanità in generale, ma è il messaggio di un Dio salvatore che ha amato te e che vuole te salvo, e tu devi rispondere a questo amore con l’amore altrettanto libero e pieno.

Do you know one of the fundamental texts concerning faith on the New Testament on the Gospel of Mark? Jesus always scolds the disciples, because they have no faith; it is his only scolding of them. He does not scold them even when they discuss among each other or because they are ambitious;, he tells them to be free from these defects, but it is not a real scolding. He cannot wait more from so rough souls as the ones that He called to follow Him. But He scolds them because they have no faith. During His public life the constant reprimand and the continuous scolding that He makes to the disciples is that they have no faith in Him. And also when He is risen, He scolds them about that: they had doubts [cf. Mark 16: 14]; he wants faith from them and wants faith from those, who will listen to the message, because they will have to take the Salvation’s message to all the nations and, Jesus says (here He is not talking of the Israel nation to be saved, He is talking about all who will listen): “Whoever believes and is baptized will be saved, but whoever does not believe will be condemned” [cf. Mark 16: 16]. Who? Everyone. It is not the message of a Saviour God, who saves all the men in general, but it is the message of a Saviour God who loved you and who wants you to be saved, and you have to answer to this love with an equally free and full love.