Don Divo Barsotti

Arquivo do blog

domingo, 10 de fevereiro de 2013

Raccolta di testimonianze di Santi sul sublime valore della Santa Messa


Raccolta di testimonianze di Santi sul sublime valore della Santa Messa

San Girolamo, Sacerdote e dottore della Chiesa (347-420)
«Il Signore ci accorda tutto quello che nella Santa Messa Gli domandiamo e, ciò che è più, ci dà quello che noi non pensiamo neppure di chiedere e che ci è pur necessario.»

San Giovanni Maria Vianney, Sacerdote (1786-1859)
«Se conoscessimo il valore del santo Sacrificio della Messa, qual zelo maggiore porremo mai nell’ascoltarla.»
«Com’è felice quell’Angelo Custode che accompagna un’Anima alla Santa Messa!».

San Leonardo da Porto Maurizio
, Sacerdote (1676-1751)
«Vale più ascoltare devotamente una Santa Messa che digiunare un anno a pane e acqua.»
«Io credo che, se non ci fosse la Messa, a quest’ora il Mondo sarebbe già sprofondato sotto il peso delle sue iniquità. È la Messa il poderoso sostegno che lo regge».

San Gregorio Magno, Papa e dottore della Chiesa (540-604)
«La Santa Messa è l’unico sacrificio che fa uscire prestamente le Anime dalle pene del Purgatorio

San Giovanni Crisostomo, Vescovo e dottore della Chiesa (394-407)
«La Santa Messa ha in certa maniera tanto pregio, quanto ne ebbe per le Anime nostre la morte di Gesù Cristo sulla Croce.»

San Lorenzo Giustiniani
, Vescovo (1381-1456)
«È più accetta a Dio la Santa Messa che i meriti di tutti gli Angeli.»

San Bernardo
, Abate e dottore della Chiesa (1090-1153)
«Si merita di più ascoltando devotamente una Santa Messa che col distribuire ai poveri tutte le proprie sostanze e col girare pellegrinando tutta la terra.»

Sant’Agostino
, Vescovo e dottore della Chiesa (354-430)
«Tutti i passi che uno fa per recarsi ad ascoltare la Santa Messa sono da un Angelo scritti e numerati e per ognuno sarà concesso da Dio sommo premio in terra e in cielo.»

San Cipriano, Vescovo e martire (210-258)
«La Messa è medicina per sanare le infermità ed olocausto per pagare le colpe.»

San Pietro Giuliano Eymmard
, Sacerdote (1811-1868)
«Sappi, o Cristiano, che la Santa Messa è l’atto più santo della religione: tu non potresti fare niente di più glorioso a Dio, né di più vantaggioso alla tua anima che di ascoltarla piamente ed il più sovente.»

Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, Vescovo e dottoredella Chiesa (1696-1787)
«Dio Stesso non può fare che vi sia un’azione più santa e più grande della Celebrazione di una Santa Messa».

San Tommaso d’Aquino, Sacerdote e dottore della Chiesa (1225-1274)
«Tanto vale la Celebrazione della Santa Messa, quanto vale la Morte di Gesù in Croce».

San Francesco d'Assisi
, Patrono d’Italia (1182-1226)
«L’Uomo deve tremare, il Mondo deve fremere, il Cielo intero deve essere commosso, quando sull’Altare, tra le mani del Sacerdote, appare il Figlio di Dio».

Santa Teresa di Gesù, Vergine e dottore della Chiesa (1515-1582)
«Senza la Santa Messa che cosa sarebbe di noi? Tutto perirebbe quaggiù, perché soltanto Essa può fermare il braccio di Dio. Senza di Essa, certamente, la Chiesa non durerebbe e il Mondo andrebbe disperatamente perduto.»

San Pio da Pietrelcina, Sacerdote (1887-1968)
«Sarebbe più facile che la Terra si reggesse senza Sole, anziché senza la Santa Messa”.
«Quando assisti alla Messa, rinnova la tua fede e medita circa la Vittima che si immola per te alla Giustizia Divina, per placarla e renderla propizia. Non te ne andare dall’altare senza versare lacrime di dolore e di amore per Gesù, crocifisso per la tua salvezza. La Vergine Addolorata ti accompagnerà e sarà la tua dolce ispirazione».

San Filippo Neri, Sacerdote (1515-1595)
«Con l’orazione noi domandiamo a Dio le Grazie; nella Santa Messa costringiamo Dio a darcele».

Parole del nostro Signore Gesù Cristo a San Gertrude (1256-1302)
«Assicurati che, a chi ascolta devotamente la Santa Messa, Io manderò, negli ultimi istanti della sua vita, tanti dei miei Santi, per confortarlo e proteggerlo, quante saranno state le Messe da lui bene ascoltate».

San Bonaventura, Vescovo e dottore della Chiesa (1218-1274)
«La Santa Messa è l’Opera in cui Dio ci mette sotto gli occhi tutto l’Amore che ci ha portato; è, in un certo modo, la sintesi di tutti i benefici elargitici».


Gli effetti salutari, poi, che ogni Sacrificio della Santa Messa produce nell’Anima di chi vi partecipa, sono ammirabili:
· ottiene il pentimento e il perdono delle colpe;
· diminuisce la pena temporale dovuta ai peccati;
· indebolisce l’impero di Satana e i furori della concupiscenza;
· rinsalda i vincoli dell’incorporazione a Cristo;
· preserva da pericoli e disgrazie;
· abbrevia la durata del Purgatorio;
· procura un più alto grado di gloria in Cielo.

Nessuna lingua umana - dice San Lorenzo Giustiniani - può enumerare i favori dei quali è sorgente il Sacrificio della Messa:
· il peccatore si riconcilia con Dio;
· il giusto diviene più giusto;
· sono cancellate le colpe;
· annientati i vizi;
· alimentati le virtù e i meriti;
· confuse le insidie diaboliche.