Arquivo do blog

sábado, 4 de julho de 2015

Il card. Stickler ricordato come il "profeta" del Motu proprio "Summorum Pontificum"

Il card. Stickler ricordato come il "profeta" del Motu proprio "Summorum Pontificum" 

Alfons Maria Cardinal Stickler (1910-2007)
Il card. Alfons Maria Stickler (1910-2007) S.D.B, Archivista e Bibliotecario emerito di santa Romana Chiesa morì il 12 dicembre 2007 nel suo appartamento nel palazzo del Sant'Uffizio in Vaticano.

Un anno dopo due importanti celebrazioni sono state fatte a Roma in memoria: la prima l'11 dicembre da parte dei suoi confratelli Salesiani con una S. Messa celebrata presso l'Università Salesiana dall'attuale Archivista e Bibliotecario il cardinal Raffaele Farina.

Un'altra dimensione è stata invece al centro dell'evento del 15 dicembre. Infatti il card. Stickler non è stato solo un uomo di profonda fede e carità ma anche un famoso studioso di grande cultura ed anche questo aspetto è stato trattato estesamente in un simposio all'Istituto Nazionale Studi Romani sotto l'egida del Centro Culturale Lepanto ed Una Voce Italia.

I relatori hanno visto l'importante accademico e membro della Pontificia Accademia per la Vita Wolfgang Waldstein come relatore principale insieme a mons. Ignacio Barreiro Carambula, direttore per l'Italia dello Human Life International ed il dott. Claudio Bernabei del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell'Università di Cassino e dirigente di Lepanto.
Gli oratori sono stati brillantemente moderati dal prof. Umberto Mariotti Bianchi, Presidente del “Gruppo dei Romanisti”.

Importanti le lettere di sostegno e di adesione all'iniziativa lette all'inizio dei lavori: il Segretario di Stato cardinal Tarcisio Bertoneha scritto un lungo messaggio agli organizzatori della "lodevole iniziativa" auspicando "che gli esempi di fede e di instancabile dedizione alla Chiesa e al Vangelo offerti dal defunto porporato suscitino in quanti lo hanno conosciuto e stimato un rinnovato impegno nella testimonianza del perenne messaggio evangelico", e invocando sui partecipanti "la celeste protezione di Maria Ausiliatrice e l'abbondanza delle divine benedizioni"- Da parte sua il Prefetto della Pontificia Commissione Ecclesia Dei Cardinal Castrillon-Hoyos ha espresso "la più sentita solidarietà per questa iniziativa ... e ai sodali di Una Voce come anche del Centro Culturale Lepanto giunga il mio più sentito augurio di ogni Bene nel Signore", mentre il Cardinal Francis George, OMI, arcivescovo di Chicago e presidente della Conferenza Episcopale USA: “Il Cardinal Stickler ha amato la verità perchè ha amato Cristo che è la Verità", ha scritto, "Questo simposio farà risuonare ancora la sua voce, sono grato agli organizzatori".

Numerose le personalità presenti, tra le quali ricordiamo la prof. Gertrud Stickler, sorella del Cardinale, l'ambasciatore d'Austria presso la Santa Sede S. E. Martin Bolldorf, il diplomatico Adam Packer dell'Ambasciata USA presso la Santa Sede ed il Vice Presidente della Camera dei Deputati l'on. Rocco Buttiglione.

Ciò che in particolare hanno messo in evidenza due degli oratori, il professor Waldstein and Mons. Barreiro Carambula, è stato felicemente sintetizzato dal moderatore prof. Umberto Mariotti Bianchi quando ha definito il Cardinal Stickler “profeta del Motu Proprio”.

Ciò che i due relatori hanno approfondito, ognuno nella sua sfera di interesse, rispettivamente temporale e religiosa, è come il cardinale fu anche un vero anticipatore del “Summorum Pontificum” celebrando con il Vetus Ordo numerose volte e sostenendo pubblicamente che il rito gregoriano o forma straordinaria del Rito romano "non era mai stato abrogato e che quindi rimaneva perfettamente legittimo".

Una controversia che è stata risolta una volta per tutte proprio dal Motu proprio", ha ribadito Mons. Barrerio. Questa è la ragione per la quale "l'elezione a pontefice del cardinal Ratzinger fu vista da lui come un miracolo della volontà divina" come ha sottolineato il prof. Waldstein. “il fatto che il card. Stickler potè assistere alla publicazione del motu proprio Summorum Pontificum fu anche per lui come per me stesso una profonda gioia". In conclusione il dott. Claudio Bernabei ha ricordato il card. Stickler come un instancabile difensore della Vita e della Famiglia.

Una ampia sintesi degli interventi sarà disponibile sul prossimo numero di LepantoFocus.
FONTE:http://lepantoinforma.blogspot.com/2008/12/il-card-stickler-ricordato-come-il.html