Arquivo do blog

domingo, 25 de outubro de 2015

Sinodalità permanente: il culmine dello storicismo antropocentrico


Molto è già stato detto nelle discussioni, il resto lo elaborerò gradualmente. Non dimentichiamo che la conclusione del sinodo è consultiva e non deliberativa e dovrebbe vedere il suo compimento nella Esortazione papale finale. Una Esortazione Apostolica ha il suo valore perché, oltre ad esprimere le valutazioni decisive del Papa, è un documento che stabilisce norme e regole, al quale tutto il mondo può - e deve - rivolgersi. Ciò che stiamo vedendo, invece, sembra portarci da tutt'altra parte.

Premessa

Certamente la comunione ai divorziati risposati, di per sé, non è il problema più serio che la Chiesa si trovi ad affrontare; ma è più che evidente che lo si è fatto diventare il tormentone che è perché lo si è reso il cavallo di troia per attentare a due Sacramenti: Eucaristia e Riconciliazione, con altre gravi ripercussioni sulla pastorale latitudinaria e connesso attentato al primato petrino:conciliarità trasformata in sinodalità permanente senza che ci si soffermi per ora sulle contraddizioni che il tutto implica. Questioni che torneremo ad affrontare.
Connotazione ancor più sinistra ed estraniante, proprio nella Ricorrenza di Cristo Re che ha visto anche la conclusione del Pellegrinaggio Summorum Pontificum : nella Processione e nei Vespri hanno cantato le Suore FI, che saranno commissariate a partire da lunedì.