Don Divo Barsotti

▼  2019 (708)

Arquivo do blog

terça-feira, 25 de fevereiro de 2014

Card. Ratzinger: Dio che mi conosce e che mi parla, con cui posso entrare rapporto e che si relazione con me.


Com’è, dov’è, e che cosa vuole Dio? Il card. Ratzinger risponde a Peter Seewald




Com’è, dov’è, e che cosa vuole Dio?

ROMA, giovedì, 23 giugno 2005 (ZENIT.org).

Pubblichiamo per intero il secondo capitolo del volume dal titolo “Dio e il mondo. Essere cristiani nel nuovo millennio” (Edizioni San Paolo, 2001), frutto del colloquio, tenutosi nell’abbazia benedettina di Montecassino, fra il cardinale Joseph Ratzinger, allora Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, e il giornalista e redattore tedesco Peter Seewald.

Veniamo all'essere originario, come lo chiama Lei, all'origine e al fine dell'esistenza, Dio. La professione di fede cristiana inizia con la parola “Credo”. Comunque i cristiani non credono genericamente in una forza, in una natura superiore.

Questa affermazione “Credo” è un atto consapevole del soggetto. Un atto in cui si intrecciano volontà e ragione, illuminazione e ispirazione. Qui si radica questa fiducia, ma anche questa tensione quest'uscire fuori da sé, questo proiettarsi verso Dio. E non si tratta di riferirsi a una qualsivoglia potenza superiore, ma a Dio che mi conosce e che mi parla. Che è davvero un soggetto per quanto tanto più alto con cui posso entrare rapporto e che si relazione con me.leggere...