http://4.bp.blogspot.com/_14vrv7ni7HM/TLYyK0PS85I/AAAAAAAABU8/h4xBT0R8kQU/s1600/20101013225550_D0064009.jpg

 

Arquivo do blog

quinta-feira, 31 de dezembro de 2009

Spesso le fotografie sono più eloquenti delle parole. Anche le seguenti fotografie parlano da sole.

Sono state scattate la notte di Natale nella chiesa di Vocogno (piccolo borgo di montagna, quasi al confine con la Svizzera), frazione del comune di Craveggia, in provincia di Verbania. Il Santo Sacrificio del Redentore Divino è stato celebrato da Don Alberto Secci. Il coro è stato diretto da Don Stefano Coggiola. Mi piace constatare che il tempio è rimasto praticamente intatto dai tempi di Pio XII e non ha subito la demolizione dell'altare maggiore e delle balaustre. Ricordo gli orari delle Messe tradizionali nei giorni di precetto nella chiesa di Vocogno: ore 10,30 (cantata), ore 17,00 (letta). Nella chiesa di Caddo (frazione di Crevoladossola, provincia di Verbania), la Messa tridentina domenicale è officiata da Don Stefano Coggiola, alle ore 10,30. In entrambe le chiese si celebra secondo l'antica forma liturgica anche nei giorni feriali. Che altro aggiungere? Spero che questi due piccoli paesi, rinvigoriti dall'esperienza della tradizione, possano ripopolarsi di giovani coppie che sfuggono dalla frenesia e dal libertinaggio che dominano le città, per poter condurre più facilmente una vita autenticamente cristiana. Un fenomeno del genere sta accadendo anche negli Stati Uniti d'America, dove molte coppie hanno lasciato le città, per andare a vivere nei pressi di luoghi di culto officiati da sacerdoti che fanno l'esperienza della tradizione.


(cliccare sulle foto per ingrandirle)




fonte:cordialiter.it